A Caltagirone conclusa “Teatrinfiniti”, la nostra storica rassegna estiva di teatro per l’infanzia

Si è conclusa la scorsa settimana a Caltagirone (CT) “Teatrinfiniti”, la nostra storica Rassegna di Teatro per l’infanzia.  Per quattro giorni, dall’11 al 14 Luglio 2021, ogni pomeriggio sono stati proposti spettacoli teatrali ai quali ha partecipato un numeroso pubblico di bambini e genitori. Nuova la sede di svolgimento della Rassegna che, dopo le edizioni passate a Villa Patti e all’Arena dell’Istituto Sacro Cuore, ha trovato “casa” presso il Giardino dell’Istituto San Giuseppe la cui Direttrice, Suor Olga Rua, ringraziamo per la piena condivisione della nostra progettualità finalizzata a realizzare interventi di promozione culturale e sociale.

Dopo un anno di pausa e nonostante il persistente stato generale di incertezza abbiamo voluto ugualmente programmare, con tutte le necessarie cautele, gli spettacoli teatrali dedicati ai piccoli (e grandi) spettatori convinti come siamo che il teatro possa essere strumento perfetto per far incontrare una Comunità. Ed è stato emozionante vedere come ad ogni spettacolo gli spettatori fossero sempre di più, felici di lasciarsi incantare dalla magia del teatro.

Quattro gli spettacoli in cartellone con i quali le compagnie hanno esplorato le varie tecniche espressive del Teatro per l’infanzia: dal teatro di figura a quello d’attore passando dal teatro di narrazione.

La Rassegna è stata inaugurata dalla Compagnia La casa di Creta con lo spettacolo “Otello e lo Stregone” che ha proposto la magia dei burattini animati da Steve Cable regalando agli spettatori avventura, brividi e tanto divertimento.  “Lupo, che fai?” è il titolo dello spettacolo della Compagnia SoliDari Duo di Palermo che ha presentato una divertente rivisitazione della fiaba di Cappuccetto Rosso tra canzoni, gag comiche e altre inattese sorprese con Dario Frasca e Daria Castellini.   La compagnia OfficineTeatrali quintArmata di Palermo ha invece proposto lo spettacolo “Il Conte che non conta” con Enrica Volponi, Giuseppe Gulizzi e Davide Lo Coco, anche autore dei testi, e con la regia di Santi Cicardo.  Una storia originale che attraverso i meccanismi della fiaba classica racconta come la Matematica, anche quando non ce ne accorgiamo, sia sempre intorno a noi. L’ultimo appuntamento della Rassegna è stato con lo spettacolo di nostra produzione “La Cicala e la Formica”: in scena Anita Indigeno e Giuseppe Brancato, con testi e regia di Iridiana Petrone, che hanno interpretato con leggerezza e ironia i personaggi della nota favola di Esopo.

La Rassegna è stata realizzata con il sostegno del Ministero della Cultura e della Regione Siciliana – Assessorato del Turismo, Sport e Spettacolo e in collaborazione con Latitudini, la rete siciliana di drammaturgia contemporanea costituita nel 2011 da alcuni tra i più interessanti organismi teatrali attivi in Sicilia.

Nel frattempo abbiamo attualmente in corso le Rassegne “Il Chiostro dei Piccoli” a Modica (RG)  e “La Piazza dei Piccoli” a Grammichele (CT) e saremo in diversi Comuni siciliani con le repliche dei nostri spettacoli.

Top

© 2021 Nave Argo | Credits: visual design + web development